Post Blog Polimedica WP (2)

Le 5 neuropatie degenerative più diffuse

Le malattie neurodegenerative rappresentano un insieme di patologie contraddistinte da un’irreversibile, nonché progressiva, perdita di cellule neuronali in specifiche aree del cervello. L’esordio delle neuropatie è subdolo e per alcune di loro non esistono cure conclamate.

Le cause scaturenti sono diverse e possono riguardare mutazioni geniche, agenti infettivi, perdita di un organo o tessuto, processi tumorali, anomalie del sistema immunitario, traumi o lesioni. Sono 5 le principali neuropatie più temute e diffuse al mondo, con una stima dell’OMS pari ad un miliardo di persone affette:

  1. Morbo di Alzheimer: Contraddistinta dall’accumulo anomalo di proteine, come labeta-amiloide, che formano delle placche a livello cerebrale, e dalla proteina tau, che determina la formazione dei cosiddetti “aggregati neurofibrillari”, il morbo di Alzheimer è una delle patologie neurodegenerative più note. La perdita neuronale che contraddistingue la patologia causa una serie di gravi alterazioni delle funzionalità cognitive incidendo – soprattutto – sulla memoria a breve termine, sulla capacità di comprensione e sulla sfera affettiva del paziente.
  2. Morbo di Parkinson: La malattia si caratterizza per la degenerazione dei neuroni localizzati nella cosiddetta “substantia nigra” (nota anche come “sostanza nera di Sömmering”) del cervello. Nello specifico, questa degenerazione provoca una importante compromissione della capacità di movimento, dando origine a sintomi come: tremore a riposo, bradicinesia (rallentamento nella velocità di esecuzione di determinati movimenti), rigidità muscolare e alterazione del bilanciamento posturale.
  3.  Epilessia: Le crisi epilettiche sono favorite da fattori che aumentano l’eccitabilità elettrica delle cellule nervose e abbassano la naturale soglia alla loro scarica spontanea. Nella gran parte dei casi è dovuta a fattori genetici e metabolici ancora sconosciuti, e si manifesta in età infantile o adolescenziale.
  4. Sclerosi laterale amiotrofica: Nota con l’acronimo di “SLA”, è una patologia neurodegenerativa che riguarda i motoneuroni del sistema nervoso centrale. Questi neuroni controllano i muscoli, e di conseguenza un loro danneggiamento può compromettere in modo serio tutti una serie di movimenti, originando sintomi come: difficoltà a deglutire e a deambulare, difficoltà del linguaggio, dispnea e fiato corto, insufficienza respiratoria.
  5. Demenze: Le demenze rappresentano un gruppo di malattie neurodegenerative tipiche – ma non esclusive – dell’età avanzata. Esistono diverse tipologie di demenze, e fra quelle maggiormente diffuse vanno citate la Demenza vascolare, la Demenza frontotemporale e la Demenza a corpi di Lewy. In questo tipo di patologie, il paziente va incontro a un danno neuronale che conduce a un declino delle funzioni cognitive.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH